Per accettare Cookies clicca sul bottone arancio qui a destra

Recensioni Poesie: "Nulla è come sembra"

copertina poesieRECENSIONI

Franco Brugnola (ilmiolibro.it)

Questa raccolta di poesie ambientate per lo più in Toscana, tranne una breve digressione in Sabina,  parla di una intimità di luoghi e di persone propria all’autore che mostra tutta la sua familiarità e semplicità nei gesti, nella consuetudine delle cose semplici.  I ricordi della giovinezza, le meravigliose immagini dell’isola Capraia quasi intatta nei suoi paesaggi crudi e forti, le morbide colline del Chianti,  la fuga in Sabina terra di oliveti e di olio sopraffino, il ritorno in Versilia. Di ogni terra il poeta ci lascia vere e proprie immagini fresche nella memoria che non può dimenticare. Tratteggi eleganti di terre che ancor prima del turismo sono coltivate con passione. 

Elena Pistolesi (ilmiolibro.it)

Com’è bella la vita che regala ogni giorno/al cuore emozioni/da conservare”. Parole poetiche di Daniele Vannucci che vanno oltre la poesia: sono emozioni vere, pure, toccanti  e sono le emozioni che ho provato leggendo i suoi versi e non solo. Infatti ha raccolto nel libro anche i sentimenti delle persone a lui care e  loro ti stupiscono per sensibilità e bravura nel cogliere gli aspetti più nascosti dell’animo umano, facendoli riaffiorare come lui stesso sa fare. Era da prevedere, per Daniele, un percorso da artista a trecentosessanta gradi: un cuore grande, aperto alle sensazioni che trovano la loro collocazione naturale nei suoi dipinti e nelle poesie. Poesie scritte con pennellate di colore indelebile, coinvolgenti come le sue pitture, spontanee e vive come la vita di quel Daniele che ricordo fanciullo: creativo, simpatico, pieno di risorse. 

Letizia Lanzarotti

Un poetare musicale e cadenzato, che affida una grande importanza alle parole come profonde portatrici di significati perpetuati nel tempo. Daniele Vannucci fa sognare ad occhi aperti e chiusi con le sue odi alla bellezza della natura. Una poesia da leggere o da ascoltare, con i cinque sensi, un dipinto tridimensionale che ci fa scivolare nella realtà descritta, o anche solo accennata, nelle delizione assonanze del Poeta del bello. Un autore che diventa pittore per dare alle emozioni la forza dei colori; dipinti che indossano le vesti ancor più spirituali della poesia, come ali per spiccare il volo.

 

COMMENTI TRATTI DA ILMIOLIBRO.IT

Fernanda Irlante

il ricordo, un punto nell'infinito mare del passato che ci aiuta a vivere il presente.

Versi coinvolgenti. Complimenti sinceri! 

DAVIDE MANTERO

L'autore ci dona delle immagini fresche della sua terra e delle sue esperienze di vita: ottime poesie.

Mariano Lo Proto

Dopo poco meno di quattro mesi dal mio commento alla prima edizione, ecco arrivata la seconda edizione; ciò significa che l'autore, una volta effettuata la pubblicazione della prima edizione, non si è fermato, ma ha cercato di migliorare il proprio prodotto, riuscendoci certamente. Congratulazioni all'autore.

Domenico Mennella

Il poeta Vannucci mi evoca ricordi fugaci ma bene impressi nella memoria, in particolare la strada del Chianti con le sue curve sinuose come quelle di una bella signora: l'ho percorsa al tramonto in un incanto di crepuscolo. Questi versi sono semplici ma profondi, quasi evocano profumi e colori dei luoghi cantati.

Angelo Rodà

Il passato che potrebbe essere quello di ognuno di noi, si rispecchia in queste poesie, e coinvolgendo così in profondità il sentire della solitudine riesce a far sentire il silenzio necessario per ripercorrere i passi dei nostri amori finiti e nostalgicamente  e di continuo ricordati come i nostri 20 anni ormai passati  che non ritorneranno mai più, perchè nulla è come sembra immortale.....tranne forse la poesia.

Pasquale Ruggiero

Puro lirismo

Elena Pistolesi

Ricordi poetici e altro ispirati dall'animo sensibile di un artista completo che sa dipingere le  sue poesie come fossero quadretti dai colori indelebili.

Giovanni Lossi

ah, scordavo un fattore assai importante, direi determinate, della tua ispirazione e fonte di ricordi, che esalta le tue doti e arricchisce  il campo delle esperienze..........rendendoti più facile il tuo impegno............ la toscana.............

Pierluigi Ambrosini

Nulla è come sembra nell'inesorabile scorrere del tempo. Non sto seduto ad abbaiare alla luna, esprime un verso, vero? non vero? Un discreto esito alla fine.

Franco Brugnola

Una vita nella natia Toscana illuminata da sprazzi di luce poetici che fotografano ora la gioventù, ora un'isola ancora bellissima, la terra del Chianti e poi la Versilia com'era, ho voluto rileggere più volte queste bellissime poesie che descrivono sentimenti, ma anche una terra amata anche da me

G.Camilla Iannacci

Campiture di parole accompagnano voci e gesti e visi e il vento e il sole; un flusso ininterrotto ed avvolgente radica l’autore negli azzurri-rosa-bianco-ocra che abbracciano campi, città e paesi del poeta e di ognuno di noi: lo sguardo e la mente e il verso restituisce un passato  ancora e per sempre vivo.

Mariano Lo Proto

Sembra che ogni cosa attorno all'io lirico sia come un interruttore che faccia accendere tante luci... cassetti della memoria che si aprono... un passato che rievocato illumina meglio il presente e lo preserva. Congratulazioni all'autore.

Giuseppina Rinaldi

"Tutto scorre" dice Eraclito.

Narrare il vissuto attraverso il ricordo è come  un continuo "rinnovarsi" ...

Leggere queste poesie è come ammirare "un dipinto in continua evoluzione "

Come ascoltare uno stornello antico .

Complimenti!!!

Giulio Sacchetti

Piacevole e coinvolgente.

Giovanni Lossi

Prosa elegante sussurrata in forma poetica, oppure un poetare in aulica prosa, declinare i propri ricordi in elegie struggenti, dolce ma anche aspro, molle, indagatore rimembrare, per catturare attimi di passato, suggestioni sospese, incantamenti ipnotizzanti, idiosincrasie oggettivanti, esperienze identitarie, per coccolare i giorni ormai andati e coltivarne il ricordo terapeutico nell'oggi e formativo per attrezzarsi e corroborarsi nell'affrontare un futuro, similare con meno incognite,,,,,,,,,,,o chissà a subirne le sorti, ma carezzati e confortati da nuove consapevolezze,,,,,,,,,